Frederick Wentworth

Se cerchi l’uomo ideale in un romanzo..allora non puoi non amare Frederick di Persuasione.
Mr Darcy è il “bello e maledetto” ma Frederick è la prova che l’amore può tutto.

Per intenderci, parliamo di un uomo rifiutato da una donna 8 anni prima, ma che nonostante questo continua ad amarla in silenzio.

Aspetta un suo segnale per poterle dichiarare nuovamente il suo amore, un amore che nel tempo non si è affievolito ma è semplicemente maturato.
Sguardi, sorrisi, e momenti di lunghi silenzi accompagnano il suo personaggio in gran parte del romanzo..ma poi cede, non può più tacere, e scrive questa lettera:

“Non posso più ascoltare tacendo. Devo parlarvi con i mezzi che ho a disposizione. Voi mi trafiggete l’anima. Io sono tra l’agonia e la speranza. Non ditemi che è troppo tardi, che questo prezioso sentimento è svanito per sempre. Vi offro di nuovo il mio cuore, vi appartiene ancor più di quando otto anni e mezzo fa voi quasi me lo spezzaste. Non dite per carità che l’uomo dimentica più della donna, che il suo amore è più rapido a morire. Non ho mai amato nessuna all’infuori di voi. Posso essere stato ingiusto, forse debole e offeso, ma incostante mai. Solo voi mi avete condotto a Bath. Penso e faccio progetti solo per voi. Non ve ne siete accorta? Possibile che non indoviniate i miei desideri? Non avrei atteso neanche questi dieci giorni se avessi conosciuto i vostri sentimenti. Devo andare senza conoscere il mio destino ma tornerò qui o vi seguirò non appena possibile. Una parola, uno sguardo saranno sufficienti a farmi entrare in casa di vostro padre questa sera o mai più”.

Mi trafiggi l’anima! Non il cuore, ma l’anima, che rende ancor più l’idea di sofferenza interiore..e poi continua dicendo che il suo cuore le appartiene ancora di più di prima…perchè la distanza e il tempo non hanno indebolito il suo amore, ma l’hanno reso più doloroso, più completo…quel sentimento che ti prende corpo e anima e non ti dà pace. Qualcosa che è tipicamente vissuto dalle donne nei romanzi dell’epoca, ma quì Jane decide di far provare questa follia ad un uomo, e non un uomo qualsiasi, un capitano della marina, quegli uomini che molto spesso sono raccontati nei suoi romanzi come uomini abituati a lasciare di porto in porto gli affetti e le storie d’amore.

L’amore può…l’amore ancora una volta è speranza.
Grazie Jane ❤

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...